26/03/2015

Tassone, 'dimissioni a sorpresa': il rammarico dei consiglieri Zannola e Schneider

Inserito in: Politica
"Sconcerto per le dimissioni 'a sorpresa' del presidente del X municipio, che abbiamo appreso a mezzo stampa. Un'esperienza così preziosa termina in modo poco dignitoso, ma non finisce l'impegno per il territorio e per le realtà sane che lo animano. A Ostia c'è la mafia ma anche c'è molto altro, tanti altri che non sono né mafia né malaffare, ma la risorsa migliore con la quale costruire le basi per il futuro"

Ostia - “Siamo venuti a conoscenza della fine di un'esperienza politica durata quasi due anni attraverso le agenzie di stampa – rivela l'ex-presidente della Commissione Servizi Sociali e Sport del X Municipio Giovanni Zannola - credo di essermi speso e di aver ottenuto molto da questi mesi splendidi e impegnativi. Incontrare decine di realtà associative, conoscere persone, idee e problemi è stato importante per la mia crescita. Spesso è stato possibile offrire sostegno e soluzioni; altre volte ci si è scoperti impotenti. Un'esperienza così preziosa termina in modo poco dignitoso, ma non finisce l'impegno per il territorio e per le realtà sane che lo animano. E' vero, a Ostia c'è la mafia – denuncia ancora una volta Zannola - lo dicevamo già dieci anni fa, quando gran parte della classe politica non ne era ancora consapevole o, peggio, non aveva il coraggio di ammetterlo. Ostia e il X Municipio, però, sono anche molto altro: associazioni, persone, comitati, bloggers, rappresentanti politici di vari schieramenti, imprenditori, dipendenti pubblici che non sono né mafia né malaffare, ma la risorsa migliore con la quale costruire le basi per il futuro.”

“Tanti e contrastanti sono stati i pensieri di questi giorni – dichiara l'ex-presidente della Commissione delle Elette Monica Schneider - c'è delusione e rabbia per un'avventura terminata in questo modo, per aver lasciato in sospeso progetti e idee, per averci messo onestà e passione rischiando poi di essere travolti dal fango. Tuttavia, come ebbe a dire Einstein, “senza crisi non ci sono sfide, senza sfide la vita è routine, una lenta agonia. Senza crisi non ci sono meriti. È nella crisi che il meglio di ognuno di noi affiora”. Dobbiamo quindi superare la crisi, dobbiamo raccogliere questa sfida. Dobbiamo continuare a lottare nel territorio e per il territorio. Perché non è tutto marcio. Perché la politica 'buona' esiste. Io raccolgo la sfida e continuo a metterci la faccia – conclude Schneider - sono pronta a ripartire con le forze sane del nostro Municipio, perché ci sono ancora tante battaglie da affrontare, tanti progetti da realizzare e tanti obiettivi da raggiungere.”

 
Autore: redazione
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

I VOSTRI COMMENTI
Seguici su Facebook
Media Partners
RomaToday
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci