21/07/2011

ASL DI FIUMICINO, "CONDIZIONI INDECENTI" SECONDO LA CALIFANO

Inserito in: Archivio

Renata Polverini

FIUMICINO - “Cto in condizioni vergognose. I tagli e le bugie del presidente della Regione Lazio, Renata Polverini su un tema a lei tanto caro in campagna elettorale, la sanità, stanno vendendo a galla”. È l’attacco del capogruppo del Pd di Fiumicino, Michela Califano che stamattina trovandosi accidentalmente al Cto dell’Asl Roma C ha potuto constatare personalmente “le catastrofiche ripercussioni che la politica scellerata del centrodestra regionale sta producendo sulla sanità romana”. “Il pronto soccorso – ammonisce Michela Califano – si trova in una condizione indecente. Il personale è costretto a fare gli straordinari e clonarsi per far fronte alle centinaia e centinai di richieste di soccorso che arrivano ogni minuto. L’alta professionalità di un polo d’eccellenza, tra i primi nella Regione Lazio, sta lentamente soccombendo di fronte alle cesoiate ai budget sanitari voluti dalla Polverini. È solo grazie alla disponibilità e al grande senso di responsabilità dei dipendenti che la barca non va a fondo. Personale costretto a metterci la faccia e prendersi rimproveri e le ramanzine di tanta gente che per farsi visitare deve attendere anche 12 ore. È un vero e proprio  scandalo. È per questo che chiedo ai colleghi regionali di far luce su una situazione di tale disagio in un luogo di eccellenza della sanità romana”. “Mi chiedo – conclude il capogruppo Pd di Fiumicino – dove siano gli autosospesi del Pdl. Proprio loro che durante la giunta Marrazzo hanno fatto fuoco e fiamme per ottenere un ospedale a Fiumicino. E ora si ritrovano senza nosocomio, con un Grassi depotenziato, nuovi ticket, e tagli che stanno distruggendo la sanità laziale. Perché non parlano?”.

 
Autore: Livio Tranchida
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia


I VOSTRI COMMENTI
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci