02/08/2021

Tokyo 2020, che serata per l'Italia! Due ori per Tamberi e Jacobs

Inserito in: Sport
Nel nuoto la staffetta 4x100 mista maschile ha preso il bronzo giungendo dietro alle imbattibili compagini americana e britannica

Roma - Ieri sera, nella capitale giapponese, sono arrivati 2 ori in 10 minuti per i nostri colori. Il primo è stato quello di Gianmarco Tamberi, ripresosi quanto la sorte gli aveva tolto un lustro fa, quando l'infortunio lo costrinse, in quanto ingessato, a saltare i Giochi di Rio. Per la verità, l'ha fatto insieme al qatariota Barshim e bielorusso Nedasekau, al secondo posto il coreano Wuu e l'australiano Starc, terzi il russo Akimenko e l'americano Harrison.

Passano 600'' e l'anconetano, mentre sta ancora festeggiando il suo secondo successo (non prendiamoci in giro, i nostri atleti hanno TUTTI visto la finale d'Wembley) si mette da una parte, pronto a guardare cosa avrebbe fatto il suo compagno di squadra, Marcell Jacobs. Il bresciano (di chiara origine americana) era il più in forma di tutti. Il suo, come direbbe Paolo Bonolis, "è stato un crescendo rossiniano": record italiano in batteria, europeo con nove e ottantaquattro in semifinale e vittoria con 9''8 all'atto conclusivo, lo stesso tempo della gara della staffa del corridore più vincente mai esistito nella storia dell'atletica leggera, ovvero Usain Bolt, registrato in terra carioca.

Le buone notizie non sono finite qui: altri 2 nuovi limiti sono stati abbassati. Nella semifinale dei 100 ostacoli, Luminosa Bogliolo ha fatto proprio il nuovo primato tricolore, in 12''75 mentre, nella distanza quadrupla, Alessandro Sibilio ha fermato il cronometro sul 47''93. Questo, per lui, ha una valenza doppia: è il miglior personale e gli procura l'accesso alla finale.

Nel nuoto la staffetta 4x100 mista maschile ha preso il bronzo, giungendo dietro alle imbattibili compagini americana e britannica. Questa è la sesta medaglia giunta dal nuoto, e stavolta i maschi sono riusciti molto meglio delle femmine, arrivate solo seste.

Delusione e rabbia, invece, è lo stato d'animo di Gregorio Paltrinieri, arrivato quarto nei 1500 sl, a podio il tedesco Wellbrock terzo, l'ucraino Romanchuk sale sulla piazza d'onore e l'americano Finke bissa il successo della metà distanza (800).
 
Autore: Daniele Moriggi
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia


I VOSTRI COMMENTI
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci