24/11/2021

Ostia, si intrufola nel ristorante per rubare ma si ubriaca bevendo vini e liquori e si addormenta

Inserito in: Cronaca
I carabinieri della Compagnia di via dei Fabbri Navali hanno arrestato un 38enne, con precedenti, per il reato di furto aggravato in concorso dopo averlo trovato in un esercizio commerciale nel quale si era introdotto con un complice per sottrarre attrezzature da cucina e derrate alimentari

Ostia – I Carabinieri della Stazione di Ostia hanno arrestato un 38enne della Tunisia, già con precedenti, accusato di furto aggravato in concorso.

In particolare, i militari hanno fermato l’uomo all’interno di un ristorante del Lido di Ostia in evidente stato di ebbrezza, ove si era introdotto nel corso della notte unitamente ad un complice, che è riuscito poi a dileguarsi, scassinando la finestra.

Dal sopralluogo e dall’immediata visione del sistema di videosorveglianza, i Carabinieri hanno accertato come il 38enne si è introdotto nel ristorante in quel momento chiuso, mettendo a soqquadro gli ambienti e riuscendo a rubare vari generi alimentari: liquori, vini pregiati nonché un microonde e varia attrezzatura da lavoro, per un valore complessivo quantificato in diverse migliaia di euro, portati via dal complice, mentre l’uomo accatastava altra merce da rubare.

Nel frangente però, il 38enne ha iniziato ad aprire e consumare numerose bevande alcoliche, fino ad addormentarsi all’interno del magazzino. I Carabinieri, infatti, quando sono intervenuti hanno bloccato l’indagato e, dopo aver ricostruito i fatti, lo hanno arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il Tribunale di Roma ha convalidato l’arresto e, all’esito del giudizio direttissimo lo ha ritenuto responsabile del reato di furto aggravato, condannandolo alla pena di 1 anno e 4 mesi di reclusione.
 
Autore: Maria Grazia Stella
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia


I VOSTRI COMMENTI
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci