11/06/2011

OSTIA, AGGREDISCONO PROSTITUTE E SPERONANO LA MUNICIPALE: ARRESTATO 20ENNE

Inserito in: Archivio

Giornalisti, forze dell'ordine e titolari delle discoteche circa alle 2 di stanotte hanno salutato il sindaco di Roma Alemanno, arrivato alle 23 di ieri sera a Ostia per effettuare un sopralluogo nei luoghi deputati alla movida, dopo le polemiche sollevate dai cittadini per quanto riguarda i decibel nelle discoteche e la sicurezza. Una serata piuttosto tranquilla quella che ha accolto il sindaco, nelle discoteche il volume era regolare, non c'erano file chilometriche di auto, nessun ubriaco a disturbare la quiete pubblica. Qualcuno ha anche spiegato al sindaco che il 'problema' non è il venerdì sera ma il sabato, quando orde di giovanissimi arrivano, spesso già alticci, da tutta Roma per sballarsi nei locali del litorale. Ma sono state, come si suol dire, le ultime parole famose. Infatti dopo pochi minuti che Alemanno è andato via da Ostia, circa alle 2, in piazzale Cristoforo Colombo la polizia municipale agli ordini del comandante Moretti, viene avvicinata da alcuni cittadini che lanciano l'allarme spiegando ai vigili che a pochi metri, sul lungomare Vespucci, due persone a bordo di una Lancia Y stavano minacciando con il coltello due prostitute. Subito gli agenti della municipale si sono diretti verso il posto indicato, hanno intercettato la Lancia e sono intervenuti in aiuto delle ragazze. Ma i due giovani che stavano tentando di rapinare le prostitute, una nigeriana e una romena, sono scappati a gran velocità: gli agenti hanno ingaggiato un inseguimento sul lungomare per fermare i due rapinatori, che però hanno reagito speronando una motocicletta dei vigili, finchè all'altezza del canale dei Pescatori, per una manovra azzardata, sono finiti contro un muro. Uno dei due è riuscito a dileguarsi a piedi, mentre l'altro malvivente, S.L. del '92, è stato bloccato e arrestato. L'agente caduto dalla moto a causa dello speronamento è stato trasportato al Grassi dove è stato curato e dimesso con una prognosi di 7 giorni. Il fuggitivo invece sarà presto rintracciato, poichè ha lasciato i suoi documenti nella Lancia, e probabilmente sarà arrestato con le stesse accuse del complice, cioè tentato omicidio e rapina a mano armata.

 
Autore: redazione
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia


I VOSTRI COMMENTI
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci