22/06/2019

Misteriosi fumi notturni a Dragona e Ostia antica: i cittadini si mobilitano

Inserito in: Ambiente
Nella notte di venerdì alcuni esponenti del CdQ Ostia antica-Saline hanno organizzato un giro di perlustrazione per cercare di individuare la fonte del fumo acre che da giorni, nelle afose ore notturne, appesta l’aria nella zona di Dragona fino ai confini dell’Eur

Ostia antica - Dopo le numerose segnalazioni di fumi e odore acre proveniente, durante le ore notturne, dalle campagne tra Dragona e Ostia Antica, alcuni esponenti del CdQ Ostia Antica-Saline sostenuti da alcuni cittadini volontari, venerdì notte hanno organizzato un giro di perlustrazione per cercare di capire dove fosse l’origine di queste continue situazioni di fumo acre che da giorni, nelle afose ore notturne, appesta l’aria in zona Dragona e limitrofe, con estensione fino ai confini dell’Eur. Così dichiara Gaetano Di Staso, vice presidente CdQ Ostia Antica-Saline.

Il percorso programmato nelle campagne della Riserva del Litorale ha visto il gruppo di volontari ispezionare una vasta area da Dragona fino ad arrivare ad Ostia Antica e lungo l’argine del Tevere.

“In effetti non si sono notate particolari situazioni anomale, aldilà delle tante piccole discariche a cui i cittadini del X Municipio sono ormai abituati, e per alcuni piccoli fuochi all’interno del campo rom sotto i cavalcavia della zona industriale (Charles Lenormant) dove i volontari sono stati accolti a parolacce intimando loro di andare via”, spiega Di Staso.

“Altre tracce di vecchi focolai di rifiuti sono stati trovati nelle via alle spalle dello stabilimento Scolastici a pochi metri dalla sede Ama in via dei Romagnoli. Il problema dei fumi e gli odori acri di materiale gommato e/o di prodotti tossici, evidenziato da molti cittadini è assolutamente grave, e dovrà essere risolto in maniera celere dagli enti competenti e dai responsabili per la tutela ambientale del Comune e del X Municipio di Roma, crediamo che sia urgente un controllo capillare da parte degli agenti per la “tutela ambiente” in una area decisamente vasta ma usata da “incoscienti personaggi” che usano le campagne della Riserva del Litorale a ridosso dei centri abitati per far sparire materiali di risulta probabilmente tossici, che comportano un trattamento di smaltimento particolarmente delicato e oneroso”, conclude, auspicando così un interessamento degli enti competenti.
 
Autore: Maria Grazia Stella
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia


I VOSTRI COMMENTI
Seguici su Facebook
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci