10/05/2022

Fiumicino, Severini: "Invasione di api alla scuola Rodano: interventi tardivi e finestre chiuse"

Inserito in: Politica
"I genitori sono preoccupati e si sono rivolti anche a Vanessa Tatini di Crescere Insieme chiedendo di trovare tempestivamente una soluzione"

Fiumicino - “Bambini rinchiusi nelle aule per proteggersi… dalle api. E’ quanto sta accadendo alla scuola elementare Rodano di Fiumicino, dove risulta impossibile aprire le finestre a causa di un’invasione di api e di vespe in corso dalla scorsa settimana. I genitori sono allarmati, e si sono rivolti anche a Vanessa Tatini di Crescere Insieme, chiedendo di trovare tempestivamente una soluzione: per le vespe si è già intervenuti, ma a quanto pare non si riesce a risolvere il problema delle api, che costringono alunni ed insegnanti a tenere le finestre sigillate durante le lezioni.

La cosa curiosa è che nel nostro territorio sono presenti diversi apicoltori, quindi, cosa si aspetta ad intervenire? In questi tempi in cui il Covid non è ancora stato sconfitto, tenere le finestre chiuse non è salutare per i bambini, che condividono l’aula per molte ore al giorno senza il dovuto ricircolo d’aria. Ma, allo stesso tempo, non possono rischiare una puntura d’ape e le pericolose conseguenze che ne possono derivare. Inoltre, nel segnalare questo disagio, i genitori hanno fatto notare lo stato decadente in cui versa l’intera struttura scolastica, nel cui giardino sono presenti anche materiali che non dovrebbero esserci.

Risolvere il problema delle api è prioritario, perché la scuola deve essere un luogo sicuro per ogni bambino. Ma non va sottovalutata nemmeno la manutenzione degli istituti scolastici del territorio, che non possono essere abbandonati a se stessi”.

Così in una nota Roberto Severini, capogruppo della lista civica Crescere Insieme
Autore: redazione
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

I VOSTRI COMMENTI
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci