12/05/2022

Ex centrale Enel a Fiumicino, sicurezza inesistente: la denuncia di Crescere Insieme

Inserito in: Politica
L'appello di Alessio Territo, esponente della lista civica, non è rimasto inascoltato: il consigliere Roberto Severini ha protocollato una mozione che impegna sindaco e giunta "a mettere in sicurezza l'area perimetrale dell'ex centrale, rendendola inaccessibile a persone e animali e a ripristinare il decoro"

Fiumicino -  "Cancello sempre aperto e accessibile a chiunque, sacchi di immondizia ovunque, rifiuti e carcasse di elettrodomestici abbandonati, erba alta e sterpaglie. In poche parole: insicurezza, degrado e incuria. Così si presenta oggi l'area esterna dell'ex centrale Enel di Fiumicino. Uno spazio che il Comune vorrebbe trasformare in Auditorium, e fino a poco tempo fa usato per eventi culturali (realizzati all'interno di una tensostruttura, ora smontata) dalla stessa Amministrazione comunale, è ad oggi un rischio per la sicurezza di tutti. Il fatto che l'area sia completamente accessibile a chiunque è di passaggio rende pericolosa la colata di cemento sulla quale sorgeva la tensostruttura, e adesso piena di ganci e ferri che spuntano dal terreno". A denunciare la situazione in un video è Alessio Territo, esponente della lista civica Crescere Insieme, che punta il dito proprio contro l'Amministrazione Montino: "La vecchia centrale è oramai ridotta a una discarica a cielo aperto. Molti di questi rifiuti sono stati lasciati dal Comune. Attorno alla struttura in cemento piena di spuntoni, ora ci sono cumuli di immondizia, lamiere, sedie, bombole di gas, lavatrici, pezzi di legno, porte di ingresso, poltrone, guaina. E' rimasto anche palco. Accanto ci sono le paratie di legno. In altre parole, hanno smontato la struttura ma non hanno né messo in sicurezza l'area né pulito".

"Tra i cumuli di immondizia ci sono anche altalene e giochi per bambini, rimasti lì e ora prigionieri dell'erba alta. Ecco cosa ci ha lasciato questa Amministrazione: non pulendo hanno creato una discarica abusiva a tutti gli effetti. Poi ci sono stati anche gli incivili che hanno continuato a lasciare altri rifiuti e materiale di ogni tipo, dalla plastica al ferro al legno, tra l'erba alta e le sterpaglie. Ma se la struttura fosse chiusa e inaccessibile a chiunque, e se fosse stata subito ripulita, ora non ci ritroveremmo in questa situazione. Faccio appello al consigliere Severini affinché chieda chiarezza in Consiglio comunale", conclude Territo.

Un appello che non è rimasto inascoltato: in poche ore il consigliere Severini ha protocollato una mozione che impegna Sindaco e Giunta "a mettere in sicurezza l'area perimetrale dell'ex centrale, rendendola inaccessibile a persone e animali e a ripristinare il decoro", provvedendo anche alla sistemazione dell'area in cemento e ripulendo tutta l'area dai rifiuti.
Autore: redazione
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

I VOSTRI COMMENTI
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci