12/04/2011

GUARDIA DI FINANZA OSTIA: SEQUESTRATE 1.000 MAGLIE DI ROMA, LAZIO, INTER E NAPOLI CONTRAFFATTE

Inserito in: Archivio

Sebbene gia’ avesse pendenze giudiziarie per gli stessi reati, continuava a commercializzare a prezzi stracciati capi di abbigliamento dei principali club calcistici italiani e stranieri contraffatti e con la falsa indicazione “prodotto ufficiale”, intensificando la sua attivita’ in occasione dei principali eventi sportivi internazionali. E’ quanto scoperto dai militari della Guardia di Finanza del comando provinciale di Roma nell’ambito delle attività volte alla tutela del consumatore e di contrasto alla commercializzazione di prodotti contraffatti. Le indagini dei finanzieri hanno permesso di notare il soggetto, italiano, di 40 anni, rappresentante legale di una societa’ di commercio al dettaglio di abbigliamento, intento a caricare a bordo di un furgone numerose confezioni di capi sportivi.

Magliette e completi da calcio di Inter, Juvenuts, Napoli, Roma, Lazio e ancora Liverpool, Barcellona, Real Madrid ed altri, per un totale di circa 1.000 pezzi.

La merce rinvenuta dalle fiamme gialle, accuratamente esaminata, e’ risultata essere palesemente contraffatta, in violazione delle piu’ elementari norme sul diritto d’autore, sebbene sulla maggior parte dei capi fosse riportata la dicitura “prodotto ufficiale”, che avrebbe certamente tratto in inganno ignari acquirenti.

Il materiale contraffatto e’ stato sottoposto a sequestro ed il responsabile, denunciato all'Autorita’ giudiziaria per i reati di contraffazione e vendita di prodotti con indicazioni false e fallaci.

L’operazione delle Fiamme Gialle di Ostia si inquadra nel più ampio dispositivo di contrasto predisposto dal comando provinciale di Roma in attuazione degli impegni assunti con il patto “Roma sicura”.

 
Autore: redazione
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

I VOSTRI COMMENTI

Seguici su Facebook
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci