30/11/2011

Fiumicino, sabbia nell'acqua. Il Pd coinvolge Regione e Provincia

Inserito in: Fiumicino

La sabbia nell'acqua potabile a Fiumicino

Fiumicino - Sabbia nell’acqua? Il consigliere regionale del Pd, Enzo Foschi, su imput del consigliere comunale Paolo Calicchio, ha protocollato un’interrogazione urgentissima rivolta al presidente della Regione Polverini e all’assessore Mattei. Interrogazione che sarà presentata nei prossimi giorni anche all’assessore all’ambiente della Provincia, Civita. 
“Il fenomeno della sabbia nell’acqua - sottolinea Calicchio - si sta espandendo a macchia d’olio. Dopo Aranova e Testa di Lepre, le segnalazioni sono diventate decine: Isola Sacra, Fiumicino nord, Porto, Parco Leonardo, Fregene e Focene. Segno evidente che non si tratta di fenomeni isolati ma di una falla dell’intera rete comunale, da nord a sud. Oltre all'allarme che ha creato tra i cittadini ci sono risvolti pratici, nella vita di tutti i giorni: riduzione del flusso idrico, lavatrici e caldaie messe ko dalla sabbia, filtri per depurare l’acqua da possibili batteri trasportati dai residui sabbiosi installati a spese dei cittadini”.
“Il problema segnalato dall’associazione Crescere Insieme di Aranova non deve essere sottovalutato - chiosa Calicchio -. Il lavoro delle associazioni è importante, come importante è il tentativo di class action che il presidente di Crescere Insieme, Roberto Severini sta portando avanti. Ma senza un appoggio politico rischia di risultare poco incisivo. A fronte di tutto questo ho chiesto al consigliere regionale Pd, Enzo Foschi di presentare un’interrogazione urgente al presidente della Regione Lazio, Renata Polverini e all’assessore all’ambiente regionale, Mattei per chiarire: le cause di un fenomeno ormai non più occasionale; se esista un problema strutturale della rete idrica del comune di Fiumicino; se ci siano infiltrazioni nelle condutture o un inquinamento della falde dovute alle abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi; le azioni che la Regione intende porre in essere per garantire i cittadini con un monitoraggio specifico di tipo batterio chimico, oltre quello già fornito dallazienda gestore del servizio, che dia garanzia certa sulla potabilità dell'acqua. E infine le azioni che la Regione intende porre in essere per garantire i cittadini nei confronti di un servizio a pagamento verso un gestore che ha obblighi specifici di legge”.

 
Autore: redazione
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

I VOSTRI COMMENTI
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci