09/07/2018

Estate a Fiumicino: tutto pronto per ‘Il Marchese del Grillo’ in scena a Villa Guglielmi

Inserito in: Teatro
La commedia andrà in scena mercoledì 11 e giovedì 12 luglio nella Corte della Biblioteca di Villa Guglielmi a Fiumicino: in scena 25 attori e 12 ballerini

Fiumicino - Ultime prove e poi si aprirà il sipario, a Fiumicino, per “Il Marchese del grillo”. Dopo Forza Venite Gente, Mamma mia! e Footloose, puntuale, per l’estate di Fiumicino, arriva infatti una nuova proposta teatrale della Compagnia amatoriale della Pro Loco di Fiumicino-Sezione Spettacolo, “I ProLoquaci”: la Commedia popolare, in due atti, liberamente ispirata alla prova teatrale interpretata da Enrico Montesano ed al film del 1981, di Mario Monicelli, con protagonista il personaggio - il Marchese Onofrio del Grillo – reso celebre dall’interpretazione di Alberto Sordi.

Andrà in scena rispettivamente mercoledi 11 e giovedi 12 luglio (ore 21, ingresso libero) nella Corte della Biblioteca di Villa Guglielmi a Fiumicino. In scena 25 attori, dei quali 12 ballerini; protagoniste anche le musiche della Roma ottocentesca create dalla maestria di Nicola Piovani ed Armando Trovajoli. Nasce come opera di puro intrattenimento teatrale in cui i continui giochi di battute e situazioni paradossali condite da un abbondante dialetto romanesco, ne scandiscono la comicità. Ruolo del protagonista - il Marchese Onofrio del Grillo - è quello di denunciare alcune problematiche sociali dell'epoca a lui care, senza però rinunciare ai propri vizi e, soprattutto, sempre in grado di cavarsela brillantemente dai guai.

Aristocratico, satirico e oligarca convinto, il marchese del grillo, amante dello scherzo e della burla, indossa diverse maschere popolari romane lasciando comunque trapelare uno spiraglio di malinconia dettato dai continui contrasti tra i suoi sentimenti umani e l'amore per l'ozio. Accanto alla figura del Marchese numerosi sono i personaggi, anche comici, che richiamano alla romanità papalina e popolare: Papa Pio VII, Aronne Piperno, Don Bastiano, Annida, Faustina. Chi siamo? “Siamo un gruppo di "Ragazzi e Ragazze" (le virgolette sono d'obbligo) a cui piace scherzare e divertirsi, e il nostro divertimento è raccontare storie.

Nel 2013 questo nostro desiderio, accanto alla voglia di diffondere la cultura del teatro sul territorio, si è concretizzato in seno alla Pro Loco del comune di Fiumicino, grazie alla disponibilità del presidente Giuseppe Larango e del Direttivo, con la messa in scena del musical "Forza Venite Gente". Successivamente ci siamo avventurati in acque (è proprio il caso di dirlo) internazionali, portando in scena la nostra versione di Mamma Mia! nel biennio 20152016. Il 2017 è l'anno che ha visto il cambiamento della semplice "Compagnia teatrale amatoriale della Pro Loco di" nella "Compagnia dei Proloquaci"; è stata anche la stagione che ci ha messo alle prova con un'icona degli anni '80: Footloose!

La Storia Nella Roma papalina del 1809 il marchese Onofrio del Grillo, nobile romano alla corte di Papa Pio VII, trascorre le sue giornate nell'ozio più completo, frequentando bettole e osterie, coltivando relazioni amorose clandestine con popolane e tenendo un atteggiamento ribelle agli occhi di sua madre e della parentela conservatrice, bigotta e autoritaria. Il suo principale passatempo, che lo rende famoso in tutta la città, è costituito da innumerevoli scherzi e beffe dei quali risulta spesso vittima la sua aristocratica famiglia, composta da personaggi stravaganti e chiusi al mondo esterno.

Il ricco nobile proprietario terriero è in grado sempre di uscire con umorismo e in maniera rocambolesca dalle tante e impensabili situazioni durante tutta la commedia, sfruttando senza vergogna anche le conoscenze dell'alta borghesia spesso compiacente (ne è l'esempio la scena del tribunale con la condanna alla gogna dell'ebanista ebreo Aronne Piperno). Un incontro casuale con un povero carbonaio alcolizzato, Gasperino, suo perfetto sosia, ispira il nobile a coronare il suo repertorio burlesco. In varie situazioni egli arriva a coinvolgere il Pontefice in nome di una giustizia e di un rinnovamento sempre invocati ma che mai riescono seriamente a impensierire l'audace e brillante "Sor Marchese": nel finale……….
Autore: redazione
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

I VOSTRI COMMENTI
Seguici su Facebook
Media Partners
RomaToday
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci