16/11/2017

Ostia in piazza contro le mafie e per la libertà d’informazione. Gomme squarciate alla troupe de La7

Inserito in: Cronaca
Giornalisti, cittadini e rappresentanti delle istituzioni si sono dati appuntamento a piazza Anco Marzio in occasione dell’iniziativa organizzata nel pomeriggio di giovedì 16 novembre dalla Federazione della Stampa e da Libera. Sono intervenuti il presidente Zingaretti, la sindaca Raggi e le due candidate alla presidenza del X Municipio Di Pillo e Picca

Ostia – Oggi Ostia è scesa in piazza contro le mafie e per la libertà di stampa in occasione della seconda manifestazione-mobilitazione a seguito della brutale aggressione subita il 7 novembre scorso dalla troupe della trasmissione ‘Nemo – Nessuno escluso’ di Rai2 della quale furono vittime il cronista Daniele Piervincenzi ed il filmmaker Edoardo Anselmi, colpiti da Roberto Spada, in seguito arrestato.

Si è così tenuta in piazza Anco Marzio a Ostia l’iniziativa indetta dalla Fnsi e da Libera alla quale hanno aderito cittadini, oltre 60 associazioni, giornalisti, i rappresentanti delle istituzioni, tra cui la sindaca di Roma Virginia Raggi ed il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, e le due candidate alla presidenza del X Municipio, Giuliana Di Pillo per il M5 Stelle e Monica Picca per il centrodestra, a tre giorni dal ballottaggio di domenica 19 novembre.

“Siamo qui per esprimere vicinanza ai giornalisti aggrediti e per estendere il pensiero a tutte le vittime, anche a coloro che sono morti per mano delle mafie ma anche per far emergere le cose belle che ci sono a Ostia, con tante associazioni e realtà che fanno un grande lavoro", ha detto durante il suo intervento don Luigi Ciotti, presidente di Libera. Alla manifestazione, cui è intervenuto anche Daniele Piervincenzi, era presente il presidente della Fdsi Giuseppe Giulietti ha sottolineato: "Mai con i mafiosi e mai con i fascisti si può dire in questa piazza, lo prevede la Costituzione. C'è chi sta con la Costituzione e chi fa strage dei suoi valori".

"Oggi era importante essere qui”, ha affermato Nicola Zingaretti. “Era una giornata dovuta per far sentire la vicinanza di tutti a chi è stato offeso e perché la libertà di stampa è fondamentale. Ora però è importante tornare a Ostia anche nei prossimi giorni, nei prossimi mesi e nei prossimi anni affinché questo territorio non si senta abbandonato", aggiungendo che lancerà “una proposta alle università romane dichiarandosi “disponibili ad aiutarle ad aprire a Ostia alcuni corsi universitari e fare un investimento insieme per portare funzioni di qualità anche in questo territorio… un progetto ambizioso ma occorre accettare la sfida e innalzare il livello della qualità dell'investimento. Non lasciare questi territori abbandonati.... L'idea dell'università potrebbe essere una di queste e scriverò ai rettori per studiare insieme un progetto che ci sentiamo di fare nostro".

La manifestazione ha avuto il sostegno del comune di Fiumicino, rappresentato dalla presidente del consiglio Michela Califano: “Oggi siamo qui, in piazza Anco Marzio a Ostia, alla manifestazione indetta dall'associazione Libera e dalla Federazione nazionale della stampa italiana, per manifestare contro l’illegalità e per ribadire con fermezza che il diritto a un’informazione libera da attacchi e intimidazioni è una garanzia per ogni società che voglia definirsi civile e democratica. L’Amministrazione di Fiumicino è attenta e presente con assessori e consiglieri a questa iniziativa che promuove etica e legalità. Ogni Istituzione deve essere consapevole che occorre sempre tenere alta la guardia contro possibili infiltrazioni della criminalità organizzata”.

Anche il gruppo di Insieme per il Lazio è intervenuto alla manifestazione “per ribadire l'impegno contro la criminalità organizzata, per la libertà di stampa e per sostenere i cittadini di quel territorio”. “Quanto avvenuto ad Ostia nei giorni scorsi è purtroppo solo l'ultimo episodio di violenza, un fatto gravissimo che ha giustamente sollevato l'indignazione di tutto il Paese. Occorre ora non abbassare i riflettori, essere presenti sempre, e in questo ci sentiamo di dire che la Regione Lazio in questi cinque anni ha fatto bene la sua parte, sostenere una reazione fatta soprattutto di partecipazione civica e presenza delle Istituzioni", hanno dichiarato Gino De Paolis, Capogruppo, Marta Bonafoni, Daniela Bianchi, Rosa Giancola, Consigliere Insieme per il Lazio

A turbare la manifestazione l’episodio accaduto alla troupe della trasmissione de La7 ‘L’aria che tira’. La giornalista Myrta Merlino ha infatti twittato: "Sono ad Ostia con Gianmaria Pica alla manifestazione organizzata da Libera FNSI e dall'Ordine dei Giornalisti. Ed ecco la sorpresa che abbiamo trovato tornando alla macchina della troupe...", ed ha postato la foto di uno pneumatico squarciato dell’auto.
La foto scattata dalla troupe de La 7 dopo il servizio a Nuova Ostia
(da twittwer)
 
Autore: Maria Grazia Stella
Commenta l'articolo
Username
Email
Web
Voto (1) (10)
Commento
Codice Sicurezza
Digitare Codice Sicurezza
  Invia

I VOSTRI COMMENTI
Seguici su Facebook
Media Partners
RomaToday
© Copyright OstiaTV S.r.l. Ostia TV News iscr. trib. di Roma n° 197/2010 - direttore responsabile: Silvia Tocci